Pagnotte siriache

“…un pane preparato con poco latte, olio e sale quanto basta. Bisogna fare la pasta soffice…Gli abitanti della Siria chiamano questo tipo lachmá, ed esso è particolarmente apprezzato in Siria per il fatto che viene mangiato caldissimo ed è quasi simile ad un fiore.”
(Ateneo, I Deipnosofisti. I dotti a banchetto. Libro III, 113a).

Proviamo a preparare le pagnotte siriane descritte da Apicio. Il risultato, con ogni probabilità, dovrebbe avvicinarsi a quello che comunemente chiamiamo pane arabo.
Impastiamo la farina con acqua e sale, gli aggiungiamo un goccio di latte e qualche cucchiaino d’olio. Il risultato dell’impasto deve essere una palla omogenea, bella liscia e plastica. A questo punto in un tovagliolo infarinato lasciamo riposare il tutto per 30 minuti. Dividiamo l’impasto per il numero di pagnotte che vogliamo realizzare e con l’aiuto di un mattarello tiriamo la pasta come se fosse un disco con un diametro di 20 cm. Cuociamo l’impasto in una padella antiaderente rovente, 3 minuti per lato. Come potete notare, esattamente come il pane arabo, non c’è traccia di lievito.
(per le dosi, giusto per orientarvi: 400g farina 00, 200ml acqua, 5g sale, 1 cucchiaio scarso di latte e 2 cucchiaini di olio)

pane arabo

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...