Dal passato al futuro

Ci sono degli alimenti che dagli esperti vengono additati come “cibo del futuro”.  In molti casi rappresentano la nuova frontiera gastronomica, all’insegna dell’alimento “esotico”.  Molte di queste “novità” erano abitualmente servite sulle tavole delle civiltà antiche. Se ora alghe, insetti e altre varie sostanze rappresenterebbero il futuro, noi indaghiamo sul passato.

Insetti da mangiare: Plinio , nella sua Naturalis Historia, ci racconta che gli epicurei di Roma erano avvezzi a far ingrassare le larve del cosso [non sappiamo esattamente quale sia questo tipo di insetto] con la stessa cura che si dava ai maiali.

Insetti da mangiare: un passo interessante del Levitico 11,22 dove Mosè incoraggia il popolo di Israele a nutrirsi di alcuni insetti e “fra questi voi potete mangiare i seguenti: ogni specie di locuste, di cavallette, d’acridi e grilli”.  Ricetta con le locuste

Qui invece un “arrosto di larve” oceanico.

Alghe da mangiare: la spirulina. Gli aztechi con quest’alga realizzavono dei biscotti o delle torte dall’alto contenuto energetico e proteico. La traduzione letterale del cibo che realizzavano “techuitlatl” non è delle più convincenti: sterco di pietra!

944752_165975363564557_524035688_n

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...