Plakùs con pistacchi

175_frutta-secca-disano-pistacchio-tostato-salato

Proviamo a realizzare il plakùs, un dolcetto che le fonti attestano particolarmente diffuso in Magna Grecia.

Gli ingredienti principali erano: farina, noci, pistacchi e datteri.

Tutte queste materie prima erano attestate e impiegate ormai da millenni, come i pistacchi ampiamente utilizzati in area Mesopotamica e con i quali si realizzava anche la famosa torta ziqqurat, di cui abbiamo ricostruito la ricetta qualche tempo fa. L’utilizzo del pistacchio è documentato archeologicamente in Turchia già intorno al 7000 a.C. Apprezzato dai sovrani, divenne subito una prelibatezza e un cibo ricercato che conobbe ampia diffusione. Diverse le “leggende” sorte intorno a questo frutto secco: dalla regina di Saba che lo vietò al popolo a Nabucodonosor che ne coltivava la pianta nel suo personale giardino pensile e via via fino ai musulmani che lo indicarono come frutto diffuso sulla terra da Adamo.

Torniamo al nostro plakus, dalla forma tonda e un po’ tozza.

Preparazione: tritare le noci, i datteri e i pistacchi e mettere al centro del “vulcano” di farina, aggiungiamo il burro, un cucchiaio di miele, un pizzichino di sale e i tuorli d’uovo. Impastare per almeno dieci minuti e fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto (aggiungendo del latte).
Versare in un recipiente (con carta forno o ben imburrato) e mettere in forno già caldo alla temperatura di 200 gradi per 30 minuti circa.

Ingredienti: 500 gr. di farina, 300 gr. di burro fresco, 100 gr di pistacchi, 100 grammi di noci, 100 grammi di datteri tre tuorli d’uovo, miele, latte.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...