…e se gli Egizi…bevevano il “caffè”?

Come tutti i titoli, forse è un po’ esagerato, ma è divertente al tempo stesso. Nulla, però, ci vieta di pensare che gli antichi Egizi potessero dissetarsi e ritemprarsi con un surrogato del caffè o se preferiamo, con una bella tisana alla “spina christi“.

Seguiteci a Hierakonpolis, antico e rinomato sito che svolse un ruolo predominante in epoca predinastica e che corrisponde all’odierno Kōm el-Āḥmar.

Sito lungamente indagato da un punto di vista archeologico, ha restituito molteplici  e importanti attestazioni per la ricostruzione di un periodo così remoto come quello predinastico.

Nella zona definita HK 11, fu ritrovato un piccola discarica (Trash mound A, 2 metri per 3 circa) contenente una serie di informazioni utilissime riguardanti la tavolozza alimentare. Tra i resti botanici rinvenuti, oltre a grano, farro, semi di melone e semi di dattero del deserto, sono stati identificati anche i resti dei frutti della spina christi,  frutto dal sapore di mela essiccata. Se i semi di tale pianta vengono essiccati, tostati e allungati con acqua, ecco che abbiamo pronto un bel surrogato del caffè!

Chissa!

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...