ArcheoRicette dopo tre anni…

Mi fermo spesso a riflettere su cosa sia ArcheoRicette. Adesso sono tre anni. Un blog, una pagina Facebook, una rete di enti di ricerca e archeologi, ma sopratutto divulgazione archeologica a 360°. Molto vicino al mio personale progetto ArcheoRicette c’è il Centro Studi Petrie, dove una gruppo di studiosi ha deciso di unire le forze e tentare di fare ricerca su temi non così consueti e di raccontarli. Essendo poi il Centro un’associazione culturale, ovviamente realizza corsi, incontri dibattiti, tutte attività finalizzate a raccogliere fondi per portare avanti le ricerche.

Poi ci sono tutti quei professionisti con cui vengo in contatto, che hanno istituti di ricerca, che svolgono attività di docenza e attività di scavo archeologico.

archeologia

Metto tutto insieme, raccolgo stimoli e informazioni e poi li racconto, anche via radio. Il programma si chiama Nell’Ufficio di Gene. Quest’anno va in onda solo sulle frequenze digitali di radioreporte97.it/ascoltaci. Ospiti illustri, il livello  e la qualità crescono continuamente. Racconto di scavi in corso, della situazione legata al dibattito archeologico, presento libri…

In fondo, quando decisi di creare il progetto ArcheoRicette non avevo ben chiaro tutte le possibilità di sviluppi e spin off. Peò avevo chiara una cosa, il tipo di approccio e il tipo di argomenti che volevo portare avanti. Il cibo, tema non così affrontato, mi ha permesso subito di sperimentare la modalità che avevo in mente, poi, strade facendo, declinarla sul resto.

cache_cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_435f2a03f94701a7520404411ff8cf4e

In fondo, l’importante è avere un metodo di ricerca e di racconto successivo, i contenuti li si va a cercare. Dovessi riassumere il tutto direi che il presupposto di ArcheoRicette è molto semplice: in Antichità e nel Medioevo le ricette erano presenti in diverse attività: dall’artigianato, alla tecnologia, dalla medicina. La letteratura dei ricettari è copiosa, ricca. Intere miscellanee di procedimenti tecnici presenti in ciascuna bottega artigiana europea, dove vi si annotavano tutti segreti del mestiere che avevano bisogno di essere tramandati di generazione in generazione. Tali ricettettari costituivano un vero e proprio corpus del sapere dell’epoca, con vere e proprie scuole. Fonti essenziali nello studio delle tecniche artistiche nonché testimonianza dei procedimenti che hanno portato alla creazione dei capolavori in pittura, scultura, oreficeria, tessitura e in tutti gli altri campi della produzione artigiana. Nel campo del cibo e dell’alimentazione nell’antichità, non essendo presenti veri e propri ricettari, ArcheoRicette indaga, cerca di ricostruire e racconta. Negli altri campi, ArcheoRicette divulga, cercando di mettere insieme tutte le informazioni utili che arrivano dal mondo dell’archeologia con un occhio di riguardo all’archeologia della produzione che ha sempre nutrito tutto il progetto.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...